Prova CPAP

Cpap… la scelta

Ricevere una diagnosi di Sindrome di Apnee nel Sonno di grado moderato e/o severo ed il conseguente consiglio del medico ad iniziare il prima possibile una terapia di assistenza della respirazione durante il sonno con Cpap può essere difficile da accettare. A chi rivolgersi per iniziare o riprovare la terapia Cpap? Nel nostro centro possiamo aiutarti. Prenota ora la prova Cpap anche se hai già un tuo Cpap. Se devi ancora averlo ricorda che le maggiori ditte costruttrici offrono oggi la possibilità di noleggi per brevi periodi a prezzi veramente contenuti e con la possibilità di riscatto finale.

La terapia di assistenza alla respirazione durante il sonno con Cpap deve essere attentamente perfezionata e monitorata nel primo periodo di utilizzo e poi ad intervalli regolari secondo le necessità personali. Il buon risultato e l’aderenza alla terapia dipendono in gran parte da questi primi incontri in modo che il paziente vedendo il rapido miglioramento nelle ore di veglia sia fortemente motivato a proseguire con costanza la terapia. Le apparecchiature subiscono miglioramenti anno dopo anno e chi ha avuto esperienze insoddisfacenti nel passato può oggi provare nuovi ventilatori a pressione positiva variabile che offrono comfort e risultati fin dal primo utilizzo (auto-Cpap).
Gli apparecchi migliori, inoltre, sono in grado di registrare nella memoria interna i dati relativi ad ogni notte e permettono sia all’utilizzatore che al medico (durante gli incontri programmati) di verificare l’efficacia della terapia. È consigliabile tuttavia sottoporsi ad una polisonnografia in modalità combinata con cadenza annuale in modo da verificare il corretto funzionamento del Cpap e l’attendibilità dei dati in esso contenuti. La polisonnografia combinata viene effettuata durante una notte di utilizzo del Cpap; il polisonnigrafo viene collegato in parte al paziente ed in parte al Cpap. Questa è l’unica prova certa per verificare l’efficacia della terapia. Questa modalità può essere effettuata con qualsiasi modello di Cpap.

Anche chi ha ricevuto una prescrizione per l’utilizzo dell’apparecchio da parte di una struttura pubblica o privata spesso non sa a chi rivolgersi per l’acquisto. Nei casi più severi l’apparecchiatura dovrebbe essere fornita dalla Asl; purtroppo, spesso, la burocrazia e i lunghi tempi di attesa prima che si possa effettivamente beneficiare della terapia, lasciano il paziente esposto ad un aumentato rischio. Inoltre, a nostro avviso, parte fondamentale della fornitura del presidio è l’assistenza nel periodo di utilizzo da parte del medico e il supporto dei familiari. I pazienti OSAS, che soffrono di apnee nel sonno, possono essere giovani e nel pieno della vita lavorativa. Pensare che questi individui accettino di indossare il Cpap senza critica è pura follia. Accettare psicologicamente la terapia è il primo passo per cominciare a curarsi. Vediamo spesso pazienti con diagnosi da alcuni anni che si sono trascurati e volontariamente non hanno mai provato il Cpap. Per la grande maggioranza basta una notte per comprendere la portata dei benefici che si possono avere con l’utilizzo del Cpap.
Esistono diverse marche e vari modelli. Utilizzare il primo che capita senza fare una corretta titolazione porta spesso ad abbandonare la terapia ancora prima di iniziarla.
Da non sottovalutare è anche la scelta della maschera che è l’unica parte a contatto diretto con il paziente tutte le notti per tutta la notte. Vi sono oggi in commercio centinaia di maschere di tipo differente; essere aiutati nelle scelta iniziale e consigliati al momento della sostituzione permette una aderenza ottimale alla terapia.

Contattaci  il tuo incontro con il medico per cominciare la terapia Cpap!

Continuando la navigazione nel sito accetti l'uso dei cookies. più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi